Progetto internazionale per le celebrazioni Galvaniane e Voltiane

L'EREDITA` DI GALVANI E VOLTA NELLA SCIENZA CONTEMPORANEA

Nell'occasione dei bicentenari della morte di Luigi Galvani e dell'invenzione della pila da parte di Alessandro Volta, i Comitati Nazionali per le Celebrazioni Galvaniane e Voltiane in accordo con il Ministero degli Affari Esteri, gli Istituti Italiani di Cultura all'estero, alcune Universita` e Accademie di diversi Paesi, hanno concordato un programma di iniziative che intendono illustrare le origini dell'elettricita`, l'importanza dei due scienziati italiani e l'influenza da essi esercitata sulla ricerca fisica, biologica e medica. Queste iniziative prevedono una piccola mostra viaggiante, seminari e attivita` di divulgazione scientifica.
Nelle sedi dell'America del Nord, pur dando spazio agli argomenti storici, vengono privilegiate le attivita` di ricerca avanzata, mentre nelle sedi Europee si dara` maggior risalto alla storia e alla filosofia della scienza. In alcuni Istituti Italiani di Cultura si terranno solo iniziative a carattere seminariale e divulgativo. In occasione di alcune visite sono previste anche iniziative in stretta collaborazione con le comunita. italiane del luogo.
La mostra "L'eredita` di Galvani e Volta nella scienza contemporanea" e` stata concepita come un breve percorso storico-scientifico: dalle prime esperienze e scoperte dei Nostri due, attraverso la disputa teoretica che gli stessi provocarono in seno al mondo scientifico del tempo, fino alle piu` recenti ricerche e applicazioni nella fisica e nella biomedicina.
All'epoca della disputa si formarono due fazioni, i Galvaniani e i Voltiani. Piu` tardi si capira` che entrambi i contendenti avevano ragione: e` vero, come diceva Galvani, che l'organismo umano produce corrente elettrica al suo interno, si pensi in particolare a quella che trasmette gli impulsi nervosi ai muscoli; ma e` anche vero, come sosteneva Volta, che il contatto di metalli diversi genera una differenza di potenziale, e combinando conduttori diversi Volta inventa la pila. Volta, il fisico, tendeva a ridurre tutto a proprieta` dei corpi inerti; Galvani, il biologo, tendeva a considerare la struttura degli organismi viventi. Oggi si e` raggiunta forse un'"alleanza" tra biologia e fisica: e` nata la bioelettronica, che usa molecole organiche come fossero chip o microcircuiti a silicio.
La disputa accademica tra Galvani e Volta ha contribuito a vivacizzare l'ambiente dell'epoca nello studio sull'"elettricismo" (l'elettrostatica), ha portato alla nascita di una nuova disciplina scientifica, l'elettrofisiologia, all'invenzione della pila, alla disponibilita` di sorgenti affidabili di corrente elettrica e quindi allo sviluppo dell'elettromagnetismo. Le conseguenze a piu` lunga scadenza sono state enormi: l'elettricita` condiziona ora il processo tecnologico; le applicazioni biomediche sono sempre piu` numerose; lo sviluppo delle applicazioni delle onde elettromagnetiche condiziona ora la nostra conoscenza e il nostro modo di vita; lo fara` ancora di piu` l'integrazione TV-calcolatori. Si puo` forse dire che da una disputa teoretica si e` dato inizio a grandi processi che hanno portato poi a grandi progressi tecnologici e a una trasformazione dell'economia e della societa`.

Layout della mostra:

Vedi i Pannelli


galvani.gif Torna alla prima pagina

mail.gif A cura di Roberto Giacomelli