Locandina per Concorso immagine ICHEP 2022

La Conferenza Internazionale “ICHEP 2022” arriva in Italia e cerca la sua immagine

La conferenza internazionale per la fisica delle alte energie ICHEP arriva per la prima volta in Italia: dal 6 al 13 luglio 2022 chiamerà a raccolta a Bologna fisici teorici e sperimentali da tutto il mondo impegnati nel campo della fisica delle particelle. In occasione di questo grande evento, il comitato organizzatore della conferenza ha lanciato, in collaborazione con l’AIAP Associazione Italiana Design della Comunicazione Visiva, un concorso per la progettazione di un marchio o di un logotipo e di un poster che definiscano l’identità visiva dell’edizione 2022 della prestigiosa conferenza, mettendo in palio un premio pari a 3.000€.

Il concorso è rivolto a studenti e studentesse dei corsi di design, grafica e design della comunicazione e a grafici e designer singoli o organizzati in gruppo, che avranno tempo fino al 15 dicembre per inviare i propri lavori. Il marchio o logotipo dovrà costituire l’elemento identificativo e distintivo dell’evento, sintetizzando in un’immagine unica aspetti sia territoriali, legati alle peculiarità della città ospitante, sia scientifici, ovvero inerenti al tema della conferenza. Il poster sarà, invece, lo strumento fondamentale di presentazione dell’evento: dovrà essere visivamente coerente con il marchio o logotipo e dovrà contenere parti di testo e loghi istituzionali.

La prima edizione di ICHEP si è tenuta a Rochester, negli Stati Uniti, nel 1950 e dal 1960 la conferenza ha acquisito l’attuale cadenza biennale. Rappresenta l’appuntamento più importante a livello mondiale per la comunità scientifica che si occupa di ricerca nel campo della fisica delle particelle elementari ed è sede di confronto sui risultati più recenti in questo campo e per la definizione di future strategie di ricerca. L’organizzazione della 41° edizione della conferenza che si svolgerà a Bologna a luglio 2022 è stata affidata alle sezioni INFN di Bologna e Ferrara.

 


Locandina evento Benuzzi

Conferenza spettacolo sulla fisica del riscaldamento globale

Federico Benuzzi presenta: Problema Globale


Partendo dal presunto dibattito in seno alla comunità scientifica in merito ai cambiamenti climatici, snocciolando metodi di misura e dati, deducendo leggi e regolarità, presentando modelli e previsioni, Problema globale porta a trovare vittima, colpevole e mandante del riscaldamento globale per poi passare all’uditore un testimone importante: trama, finale ed eredità della performance.

 

Lunedì 20 settembre ore 18
Parco dei Giardini
Via Dell’Arcoveggio 58/9
Ingresso libero, senza prenotazione

Poster dell’evento

Poster European Researchers's Night 2021

Aspettando la Notte Europea dei Ricercatori 2021

Un ricco calendario di attività ci accompagnerà dagli ultimi giorni di agosto sino ad arrivare alla Notte Europea dei Ricercatori 2021, che si svolgerà il 24 settembre 2021.Qui riassumiamo il calendario di tutti gli appuntamenti che coinvolgono direttamente il Dipartimento di Fisica e Astronomia di Bologna e la Sezione di Bologna dell’INFN e CNAF.
Il programma completo di tutte le attività preparatorie e con le informazioni sulla Notte si può trovare al sito della manifestazione: http://nottedeiricercatori-society.eu/aspettando-la-notte-2021/.

Mani di due ragazzi davanti allo schermo di un computer

Scuola estiva OLIFIS ER-Marche edizione 2021

L’edizione 2021 della Scuola Estiva di Preparazione alle Olimpiadi della Fisica, rivolta a  studenti che hanno frequentato le classi 3  e 4 delle scuole secondarie di secondo grado dell’Emilia Romagna e delle  Marche, avrà luogo a Forlì presso l’Istituto Salesiano Orselli dal 30 agosto al 4 settembre. 
 
Fra le oltre 70 domande di partecipazione, 32 sono i ragazzi che sono stati selezionati in base al curriculum scolastico dell’ultimo anno frequentato. Le attività della scuola prevedono lezioni frontali e attività di gruppo su temi delle precedenti edizioni delle Olimpiadi Italiane ed Internazionali della Fisica, con il supporto di una quindicina di docenti di scuola secondaria che si alternano durante la settimana.
Le lezioni saranno inoltre integrate con una visita pomeridiana alle ex Gallerie Caproni di Predappio per la presentazione del progetto CICLoPE e una visita al Tecnopolo dell’Università di Bologna presso il Campus di Forlì per la presentazione delle missioni spaziali a cui partecipa il corso di laurea di Ingegneria Aerospaziale.
 
Nell’ambito della Scuola Estiva verranno proposte due conferenze-spettacolo serali ad ingresso gratuito (con prenotazione) per contribuire alla divulgazione della cultura scientifica sul territorio.
Il primo appuntamento è con “Gabinetti Spaziali” di Paolo Attivissimo mercoledì 1 settembre ore 21:15 presso il Teaching Hub del campus di Forlì di UNIBO. L’esplorazione spaziale è sicuramente un’avventura affascinante, ma stare in assenza di gravità significa saper anche fronteggiare bisogni terreni, come andare in bagno, con risultati spesso disastrosi e decisamente comici.
Il secondo incontro serale ci riporta sul pianeta terra e ai suoi problemi con un argomento di grande attualità: il cambiamento climatico a livello globale. “PROBLEMA GLOBALE” è il titolo della conferenza di Federico Benuzzi che avrà luogo presso il cinema San Luigi di Forlì venerdì 3 settembre ore 21:15.
 
Dal 2009 la sezione di Bologna dell’INFN promuove questa scuola estiva e contribuisce alla sua realizzazione.
 

Foto della Wire Bonder per il laboratorio di rivelatori al silicio

La nuova Wire Bonder di Sezione per il laboratorio di rivelatori al silicio

Dopo l’arrivo della Probe Station, il laboratorio di Sezione dedicato alla caratterizzazione di rivelatori al silicio si arricchisce di uno strumento per realizzare interconnessioni tra circuiti integrati e schede elettroniche tramite microscopici fili metallici dal diametro di poche decine di micrometri (wire bonding).

Lo strumento scelto è il modello HB05 di TPT, una Wire Bonder manuale che consente l’utilizzo di fili d’oro, argento, alluminio e rame, con diametri compresi tra 17μm e 75μm, permettendo di realizzare connessioni di tipo Wedge e Ball.

Martedì 23 febbraio colleghi dei Servizi di Elettronica e Tecnico-Generale hanno partecipato all’installazione e al collaudo dello strumento; un primo training ha anche permesso ai partecipanti di conoscere lo strumento, eseguendo le delicate e laboriose operazioni di messa in opera ed esercitandosi su schede di test.

Il laboratorio di Sezione dedicato alla caratterizzazione di rivelatori al silicio è in fase di allestimento e si troverà presso la sede di Viale  Berti-Pichat, al piano -1 nella stanza A032.

Foto dettaglio su strumentazione nel laboratorio di rivelatori al silicio Foto strumentazione nel laboratorio di rivelatori al silicio
Foto della probe station per il laboratorio di rivelatori al silicio

La nuova Probe Station di Sezione per il laboratorio di rivelatori al silicio

La Sezione di Bologna dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare ha intrapreso la realizzazione di un laboratorio dedicato alla caratterizzazione di rivelatori al silicio e allo sviluppo di sistemi elettronici e microelettronici dedicati, con l’obiettivo di supportare progetti scientifici di interesse per i ricercatori della Sezione stessa e che sono attualmente in fase di avvio. Il laboratorio è in fase di preparazione e si troverà presso la sede di Viale Berti-Pichat, al piano -1 nella stanza A032.

Il laboratorio affiancherà la camera pulita di classe ISO 7 di cui la sezione si è dotata e che sarà inizialmente utilizzata dall’esperimento ATLAS per attività di Quality Control dei moduli del tracciatore a pixel in costruzione per HL-LHC.

Il laboratorio sarà attrezzato con una “probe station” per effettuare misure su wafer di silicio e caratterizzare dispositivi microelettronici. È stata acquistata la “probe station” manuale TS200A di MPI Corporation che permetterà di testare wafer di diametro fino a 200 mm (8 pollici). Lo strumento è arrivato ai primi di febbraio e venerdì 12 si è tenuto presso i locali della Sezione il collaudo e un primo training tenuto da esperti di MPI a cui hanno partecipato ricercatori coinvolti nello sviluppo di rivelatori al silicio e personale dei Servizi di Elettronica e Tecnico-Generale della Sezione.

La “probe station” è costituita da un Chuck Stage con movimentazione basata su cuscinetto ad aria e aree di vuoto sezionate per poter ospitare dispositivi di diverse dimensioni: da piccoli circuiti integrati di pochi millimetri fino a wafer di silicio di diametro di 8 pollici. Il probe platen, che può ospitare fino a 10 posizionatori, è attualmente attrezzato con 4 micromanipolatori dotati di braccetti coassiali sui quali possono essere montate diverse tipologie di punte di contatto. Lo strumento è equipaggiato con un microscopio tri-oculare, tale da permettere il collegamento con videocamere, dotato di zoom ottico 10x, un set di oculari per ingrandimenti 20x e un doppio sistema per l’illuminazione del Chuck.

Foto parziale della probe station Foto dettaglio della probe station
Poster International Masterclasses in Particle Physics

International MasterClasses in Particle Physics

La sezione di Bologna dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare prende parte dal 2011 all’iniziativa Internazionale denominata “International MasterClasses in Particle Physics, un ‘iniziativa che fa parte delle Masterclass Internazionali organizzate da IPPOG (International Particle Physics Outreach Group). 

Ideate per dare un’opportunità agli studenti di V classe delle scuole secondarie di scoprire di persona il mondo della fisica delle particelle, le International MasterClasses coinvolgono ogni anno circa 13.000 studenti di 60 Paesi.

A Bologna la sezione propone un corso, fra tre possibili scelte, che offrirà ai partecipanti l’opportunità di studiare i dati raccolti da uno degli esperimenti all’acceleratore LHC del CERN di Ginevra.

Il primo corso (mercoledì 17 marzo 2021, ore 10-18) sarà dedicato allo studio di eventi con particelle strane (che contengono il quark s) raccolti dall’esperimento ALICE con lo scopo di studiarne alcune importanti proprietà. Un’abbondanza di produzione di quark strani potrebbe indicare un segnale di formazione di plasma quark-gluoni.

Il secondo corso (giovedì 18 marzo 2021, ore 10-18) sarà dedicato allo studio di eventi con particelle D0 (che contengono il quark charm) raccolti dall’esperimento LHCb con lo scopo di studiarne alcune importanti proprietà che potrebbero aiutare a capire perché nell’universo la materia domina sulla antimateria.

Il terzo corso (venerdì 19 marzo 2021, ore 10-18) basato sull’analisi di eventi reali raccolti dall’esperimento ATLAS, sarà dedicato alla riscoperta della particella di Higgs (la celebre particella scoperta a luglio 2012) attraverso il suo decadimento in due particelle W.

Pe maggiori informazioni: http://www.bo.infn.it/MasterClass/

Termine iscrizioni: 27 febbraio 2021

Poster evento Premio Asimov 2021

Evento di premiazione regionale Asimov

Sabato 29 Maggio dalle 14:30 alle 15:40 sul canale youtube del Gruppo Multimediale dell’INFN andrà in onda l’evento di premiazione dell’Emilia Romagna del Premio Asimov 2021.
https://www.youtube.com/channel/UCiUR0bJXT4k3CvJFDrZ45Nw/featured

Il premio Asimov è un premio organizzato in collaborazione con l’INFN che premia il miglior libro di divulgazione scientifica edito in Italiano nel 2019 e 2020. Il premio è assegnato a livello nazionale dagli studenti dei licei ed istituti di istruzione superiore che partecipano all’iniziativa scrivendo una recensione. Le migliori recensioni scritte degli studenti saranno premiate nel corso dell’evento di premiazione regionale di Sabato 29. La cinquina dei libri per il 2021 è composta da:
L’Albero Intricato di David Quammen edito da Adelphi
L’Ultimo Sapiens di Gianfranco Pacchioni edito da Il Mulino
La Natura Geniale di Barbara Mazzolai edito da Longanesi
L’Ultimo Orizzonte di Amedeo Balbi edito da UTET
Imperfezione di Telmo Pievani edito da Raffaello Cortina Editore

Il libro vincitore per l’edizione 2021 verrà annunciato durante la cerimonia nazionale che andra` in onda sul canale Youtube del Premio Asimov https://www.youtube.com/c/PremioAsimov/videos Sabato 29 Maggio 2021 dalle 16:00.

https://www.premio-asimov.it/

Foto Dott. Pietro Antonioli eletto Responsabile Nazionale di EIC_NET

Pietro Antonioli è stato eletto Responsabile Nazionale di EIC_NET per un periodo di tre anni, a partire dal 1 novembre

EIC_NET è un’iniziativa della CNS3, rivolta alla definizione della partecipazione INFN a una Collaborazione internazionale per un esperimento all’Electron-Ion collider di Brookhaven (USA), acceleratore approvato dal DOE nel gennaio 2020.
A Pietro vanno le congratulazioni di tutta la Sezione e un “in bocca al lupo” per il successo di EIC_NET nelle sfide dei prossimi anni, che vedranno il costituirsi di una Collaborazione internazionale per un esperimento all’Electron-Ion collider di Brookhaven (USA) – acceleratore approvato nel gennaio 2020 – e la definizione dell’impegno dell’INFN.