KM3NeT

KM3NeT è una infrastruttura di ricerca che ospiterà i telescopi di neutrini di prossima generazione, in diversi siti abissali nel Mare Mediterraneo. Una volta completati, i telescopi avranno un volume complessivo di alcuni chilometri cubi. La loro collocazione nell’emisfero nord terrestre e le proprietà ottiche dell’acqua consentiranno di ottenere una sensibilità ai flussi di neutrini cosmici di alta energia, di origine Galattica ed extra-Galattica, mai raggiunta prima. Particolare attenzione sarà rivolta all’esplorazione multi-messaggera dell’Universo, in stretta collaborazione con osservatori sensibili a radiazioni elettromagnetiche di diversa lunghezza d’onda, a onde gravitazionali e a raggi cosmici ultra energetici. Inoltre, contribuiranno allo studio delle proprietà dei neutrini, utilizzando il flusso di neutrini prodotti dalle interazioni tra i raggi cosmici e i nuclei dell’atmosfera terrestre.

A circa 100 km da Capo Passero, punta sud-orientale della Sicilia, è in costruzione il telescopio KM3NeT/ARCA (Astroparticle Research with Cosmics in the Abyss). Sarà ancorato al fondo del mare, su un plateau posto a circa 3500 m di profondità, nel sito abissale denominato KM3NeT-It. Il volume finale sarà superiore a quello di IceCube, il telescopio di neutrini posto sotto i ghiacci del continente antartico. Sarà dedicato principalmente alla ricerca di neutrini cosmici di altissima energia e alla identificazione delle loro sorgenti.

Al largo della costa meridionale della Francia, a circa 40 km da Tolone, nel sito denominato KM3NeT-Fr, è in fase di costruzione il telescopio KM3NeT/ORCA (Oscillation Research with Cosmics in the Abyss). Il suo obiettivo scientifico primario è la determinazione della gerarchia di massa dei neutrini, tramite lo studio delle oscillazioni dei neutrini atmosferici. Le sue caratteristiche costruttive lo rendono sensibile ai neutrini provenienti dalle esplosioni di supernovae nella nostra Galassia.

L’intera infrastruttura KM3NeT ospiterà migliaia di sensori ottici in grado di registrare la debole luce Cherenkov emessa a causa delle particelle cariche prodotte nelle interazioni dei neutrini.

KM3NeT non è solo un enorme rivelatore di neutrini. Rappresenta un osservatorio per le scienze del mare e della terra e consentirà un continuo e costante monitoraggio dell’ambiente sottomarino, tramite l’osservazione in vari campi di ricerca, come la sismologia, la geofisica, la biologia e lo studio del clima.

KM3NeT è presente nelle roadmaps europee per grandi infrastrutture di APPEC e AstroNet . KM3NeT è nella lista dei Recognized Experiments al CERN.

KM3NeT a Bologna – le attività

Il gruppo di Bologna è composto da ricercatori, tecnologi e tecnici INFN e CNAF e da docenti e studenti dell’Università di Bologna ed è impegnato in molteplici attività.

 

KM3NeT a Bologna – le persone

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi