INFORMAZIONI PER GLI OSPITI DELLA SEZIONE

 

Gentile ospite, desideriamo fornire alcune informazioni e segnalare alcuni comportamenti da seguire durante la sua visita presso la nostra Sezione, sia in situazioni normali che di emergenza.

 

La Sezione ha un Servizio di Prevenzione e Protezione (SPP) che controlla e garantisce la conformità dei nostri locali, delle apparecchiature e delle procedure dettate dalla Normativa riguardanti la Sicurezza del Lavoro e la Radioprotezione. Responsabile del SPP: Ing. Carlo Crescentini (tel. int. 95266). Addetto al SPP:  Maria Gangi (tel. int. 95069).

Il responsabile dell‘invito, o chi l‘accompagna durante la sua permanenza in Sezione, è il suo referente: per qualunque dubbio, in particolare sui rischi di situazioni o materiali, si rivolga, in ordine di priorità al referente;

al personale del SPP;

al Servizio di Direzione (tel. int. 95209).

L‘introduzione nei locali della Sezione di sostanze o preparati classificati pericolosi e l‘utilizzo in essi di attrezzature prive di marcatura CE sono consentiti solo se preventivamente autorizzati dalla Direzione su richiesta del referente.

Attenersi sempre ai divieti e agli obblighi, e prestare comunque attenzione a quanto indicato dalla segnaletica e dall’avviso acustico.

Accedere ai seguenti locali soltanto se accompagnati da nostro personale autorizzato: Officina e laboratori al primo piano seminterrato della sede Berti Pichat (possibile presenza di macchine utensili in funzionamento non presidiato, di apparecchiature elettroniche in tensione o di sostanze pericolose); Sala Calcoli del TIER1 (di INFN-CNAF) al secondo piano seminterrato della sede Berti Pichat (presenza di sistema antincendio automatico a gas).

Si ricorda che in nessun ambito di lavoro è consentito svolgere attività sulle quali non si è stati formati o informati sui rischi relativi.

Per richiamare alcune nozioni relative ai rischi presenti in luoghi di lavoro del tipo della Sezione si può consultare la seguente pagina web:

http://www.unibo.it/it/servizi-e-opportunita/salute-e-assistenza/salute-sicurezza-ambienti-studio-ricerca/la-salute-e-la-sicurezza-negli-ambienti-di-studio-e-ricerca.

La consultazione non può comunque essere intesa come una formazione su tali rischi.

Per motivi di igiene non è consentito preparare cibi nei locali della Sezione.

Per il parcheggio interno di autoveicoli utilizzare esclusivamente le aree dedicate e accordarsi con il referente per avere l‘autorizzazione al parcheggio (gli autoveicoli non autorizzati possono essere fatti rimuovere dai custodi delle sedi).

 In ciascuna sede è in vigore un Piano di Emergenza ed è costituita una Squadra di Emergenza per fronteggiare gli incendi, prestare i primi soccorsi agli infortunati e coordinare lo sgombero degli edifici.

Durante le emergenze, i membri della Squadra indossano un giubbetto rosso-arancione.

Se si prevede di non rimanere, durante la visita, in compagnia di nostro personale, farsi indicare dal referente la via di fuga più semplice e il pulsante d‘allarme più vicino.

E’ previsto un unico tipo di avviso acustico (sirena) che indica l‘obbligo di sgomberare l‘edificio: all’attivazione della sirena, unirsi al referente e attenersi alle disposizioni dei membri della Squadra;

in assenza di questi, con calma e senza correre, uscire dall’edificio attraverso la via di fuga;

per raggiungere il pianterreno e le porte esterne non utilizzare mai gli ascensori;

raggiunto l‘esterno, cercare il referente o i membri della Squadra per confermare che non si è più all’interno e attendere il permesso di rientro da parte della Squadra.

Se ci si accorge di una emergenza (ad es. un principio d’incendio, una persona infortunata, o se si accusa noi stessi un malore): allertare il nostro personale nelle vicinanze o i custodi: portineria Berti Pichat: tel. int. 95162;

portineria Irnerio: tel. int. 91004;

da telefono esterno premettere 05120 ai numeri precedenti

se ciò non è possibile, attivare la sirena agendo sui pulsanti d’allarme: la Squadra accorrerà al punto di attivazione;

nel caso in cui si debbano chiamare soccorsi esterni, dai telefoni interni è sufficiente comporre i numeri d‘emergenza nazionali, senza prefissi di connessione alla rete telefonica pubblica (Carabinieri:112; Vigili del Fuoco:115; Pronto Soccorso:118).

E’ preferibile che le azioni per risolvere le emergenze siano attuate dalla Squadra. In ogni caso:

non utilizzare mai acqua per spegnere un principio di incendio su apparati elettrici che possono essere in tensione (tra cui ad es. macchine d‘ufficio);

accorgendosi di un infortunato steso a terra, non muoverlo se non indispensabile ad evitare gravissimi pericoli incombenti;

chiamati i soccorsi, fare in modo che qualcuno rimanga accanto ad un infortunato fino al loro arrivo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi